4K: Netflix alza il prezzo

I primi titoli sono arrivati all’inizio della scorsa estate: la seconda stagione della serie House of Cards, i 62 episodi della serie Breaking Bad, la prima stagione di The Blacklist. Sono i primi contenuti disponibili in 4K per gli abbonati di Netflix, la piattaforma Over the top che, in poco tempo, è entrata nelle case di 53 milioni di famiglie in tutto il mondo. Ed è solo l’inizio, annunciano dal quartier generale dell’operatore americano, da quest’anno disponibile anche in Francia, Germania, Svizzera, Austria, Belgio e Lussemburgo: il catalogo di contenuti 4K si allargherà progressivamente, con le nuove serie prodotte direttamente da Netflix e con alcuni film e documentari (già disponibili ci sono le versioni Ultra HD di Ghostbusters 1 e 2) destinati ad arricchire la vasta library a disposizione degli abbonati. Ma il costo, per poter fruire di contenuti 4K attraverso i dispositivi compatibili (a partire dalle Smart Tv UltraHD) sarà più alto: rispetto alla tariffa base (7.99 dollari per l’accesso al servizio in definizione standard), il costo per l’accesso ai programmi Ultra HD di Netflix sarà di 11.99 dollari al mese (11.99 euro in Europa). Una differenza non da poco, ma necessaria, evidentemente, a coprire i costi più elevati per l’acquisizione e la produzione di nuovi contenuti in Ultra HD. Per accedere ai quali, l’operatore raccomanda una capacità di banda pari ad almeno 20 megabit al secondo.   

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page